Terremoti: 42 anni il Friuli distrutto dall'Orcolat

La sera del 6 maggio 1976 in Friuli la terra tremò e in pochi secondi un mondo intero, una cultura, una comunità crollarono. Soltanto l'alba successiva si comprese che era stato un terremoto e che dovunque erano crollate case, dovunque c'erano morti. Subito cominciò la solidarietà con centinaia di giovani friulani che raggiunsero i luoghi colpiti dal sisma e squadre coordinate dai sindaci, dai Vigili del fuoco e dagli alpini della Julia. Nei paesi più colpiti dalle scosse furono salvate vite umane, grazie al lavoro - a mani nude - di tantissimi volontari. Il giorno dopo lo Stato arrivò con Giuseppe Zamberletti subito nominato commissario straordinario dal presidente del Consiglio Aldo Moro. Sul campo rimasero quasi mille morti e un terzo della regione Friuli Venezia Giulia devastato. Ma da quella devastazione nacque un modello di ricostruzione. (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Messaggero Veneto
  2. Belluno Press
  3. Corriere delle Alpi
  4. TVWeb
  5. Oggi Treviso

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Tramonti di Sopra

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...